· 

Blade Runner 2036: Le origini del Nexus (2017)

🌕 🌕 🌕 🌕 🌑



Recensione

Los Angeles, 2036. Niander Wallace (un superlativo Jared Leto), l’erede spirituale di Eldon Tyrell, geniale creatore di replicanti, è invitato dai magistrati per presenziare a un conciliabolo. La Terra sta morendo e l’umanità si avvia verso la fine. Questa è la realtà che Wallace disvela con grande naturalezza e semplicità. La soluzione alla prosperità dell’essere umano si cela nella sua creazione: un “angelo” bio-meccanico che obbedisce a qualsiasi ordine e discerne il bene dal male. I nuovi replicanti non sono più “ingestibili” dalla Corporazione, ma ripongono cieca fedeltà verso il loro padrone. Le leggi asimoviane fanno capolino, mentre Wallace impartisce un crudele ordine di fronte agli sbigottiti magistrati. Un corto diretto da Luke Scott, figlio di Sir Ridley, che, in un’atmosfera sinistra e oscura, mostra con coraggio l’eredità lasciata da Blade Runner, dalla prospettiva di un misterioso e oscuro inventore: un nuovo creatore che siede alla destra del dio della biomeccanica.

Alessandro Pin


Scheda

TITOLO ORIGINALE
2036: Nexus Dawn

REGIA

Luke Scott

SCENEGGIATURA

Hampton Fancher, Michael Green

STORIA

Brian A. Alexander

CAST

Jared Leto, Benedict Wong, Ned Dennehy, Ade Sapara, Ania Marson, Set Sjöstrand

COLONNA SONORA

Blitz//Berlin

FOTOGRAFIA

Pierre Gill

SCENOGRAFIA

Tom Pataki


Scrivi commento

Commenti: 0