· 

Gemini Man (2019)

🌕 🌕 🌑 🌑


GEMINI MAN | RECENSIONE di ALESSANDRO PIN | DESTINAZIONE COSMO

Recensione

Henry Brogan è un formidabile cecchino, il migliore al mondo. Dopo aver sparato il suo ennesimo, impossibile e infallibile colpo, andato a segno quasi per fortuna, sente che è giunto il momento di ritirarsi: il ruolo di killer professionista comincia a farsi pesante, sia fisicamente sia psicologicamente; tuttavia, il pensionamento è più difficile del previsto, poiché innesca una serie di eventi che lasciano una scia di morti dietro la sua fuga, coinvolgendo un prezioso alleato e una giovane agente che lo stava sorvegliando. Alle calcagna del gruppo di fuggitivi, un losco figuro è determinato a eliminare ogni indizio e testimone dietro a un formidabile esperimento biogenetico che pone il fenomenale killer al centro di una caccia all’uomo contro se stesso.

 

Ang Lee si riconferma un abile cineasta d’azione. Ogni sequenza è girata con il suo inconfondibile stile; dopo i visionari La tigre e il dragone e Vita di Pi, il regista taiwanese esplora la fantascienza; tuttavia, mette in risalto la componente tecnica, a scapito della narrazione che, seppur efficace nell’essere coinvolgente ed emozionante, resta ancorata a prospettive monodimensionali se non per il protagonista, su cui ruotano l’intera vicenda e il destino degli altri personaggi, compreso l’antagonista (un efficace Clive Owen) nel ruolo di surrogato paterno per il giovane alter ego di Henry che ricorda Willy il principe di Bel-Air. La realizzazione del “doppelgänger” di Will Smith, ringiovanito digitalmente, è sorprendente e regge nelle complesse espressioni in primo piano. Convincente; così come il background che lo caratterizza e influenza le scelte del protagonista “originale”.

 

Gemini Man, dopo un lento prologo, si accende con inseguimenti mozzafiato e scene d’azione magistralmente dirette. Ang Lee fa condividere lo schermo allo stesso attore, dandogli due ruoli ben definiti. Will Smith regge l’intero film alla grande; una pellicola che poggia le ruote su strade asfaltate con un leggero strato di trama che permette alla macchina d’azione e intrattenimento puro di scivolare veloce, concedendosi qualche sbavatura narrativa, pur di divertire.

Alessandro Pin


Scheda

TITOLO ORIGINALE

Gemini Man

PRODUZIONE

Jerry Bruckheimer, David Ellison, Dana Goldberg, Don Granger

REGIA

Ang Lee

SCENEGGIATURA

David Benioff, Billy Ray, Darren Lemke

STORIA

Darren Lemke, David Benioff

CAST

Will Smith, Mary Elizabeth Winstead, Clive Owen, Benedict Wong, Douglas Hodge, Ralph Brown, Linda Emond, Ilia Volok

COLONNA SONORA

Lorne Balfe

FOTOGRAFIA

Dion Beebe

MONTAGGIO

Tim Squyres

SCENOGRAFIA

Guy Hendrix Dyas, Zsuzsanna Sipos, Victor J. Zolfo

COSTUMI

Suttirat Anne Larlarb, Jennifer Ramirez


Scrivi commento

Commenti: 0