· 

Thor (2011)

THOR | RECENSIONE di ALESSANDRO PIN | DESTINAZIONE COSMO
🎬 SCHEDA

TITOLO ORIGINALE

Thor

PRODUZIONE

Kevin Feige

REGIA

Kenneth Branagh

SCENEGGIATURA

Ashley Miller, Zack Stentz, Don Payne

STORIA

J. Michael Straczynski, Mark Protosevich

CAST

Chris Hemsworth, Natalie Portman, Tom Hiddleston, Anthony Hopkins, Stellan Skarsgård, Kat Dennings, Clark Gregg, Colm Feore, Idris Elba, Ray Stevenson, Tadanobu Asano, Josh Dallas, Jaimie Alexander, Rene Russo

COLONNA SONORA

Patrick Doyle

FOTOGRAFIA

Haris Zambarloukos

MONTAGGIO

Paul Rubell

SCENOGRAFIA

Bo Welch, Lauri Gaffin, Kevin Hickerson

COSTUMI

Alexandra Byrne

🖋️ Recensione

Thor è il dio del tuono, erede al trono dello sfarzoso e mitologico regno di Asgard: uno dei nove mondi. Odino è padre degli dèi e re isolazionista che difende il regno di Asgard, mantenendo da molti anni una fragile pace con il regno di Jotunheim. Per rispondere a un atto di guerra ordito dai giganti di ghiaccio, che hanno tentato di riappropriarsi dello Scrigno degli Antichi Inverni, fonte di grande potere, Thor si reca a Jotunheim, contro la volontà di Odino, per scatenare un conflitto.

 

Dopo una spettacolare battaglia (nel lungo prologo si respira aria di epica cavalleresca) che vede coinvolti Thor, Lady Sif, Fandral, abile spadaccino che incarna l’archetipico “cappa e spada”, Hogun, agile combattente armato di mazza chiodata, Volstagg, corpulento guerriero dall’insaziabile appetito, e Loki, fratello di Thor, Odino corre in aiuto degli avventati disertori che, una volta tornati ad Asgard, devono rispondere delle loro azioni. Odino, vedendo nel figlio l’arroganza e l’avventatezza non proprie di un principe, bandisce Thor dal regno, poiché non lo considera ancora pronto a succedergli al trono.

 

Loki, il dio degli inganni, è mosso da profondo rancore per non essere considerato da Odino alla stregua del fratello, scoprendo una scioccante verità; complotta così coi giganti di ghiaccio per sovvertire lo status quo e vendicarsi del fratello Thor, in esilio sulla Terra. A Midgard, il dio del tuono conosce la scienziata Jane, il professor Erik Selvig e la stagista Darcy; l’amicizia che si instaura con gli esseri umani, la scoperta dell’amore e l’umiltà lo aiutano a riconquistare la regalità perduta, brandire ancora il martello Mjöllnir e sventare la pericolosa minaccia del fratello Loki che, durante la sua assenza, si è insediato sul trono di Asgard.

 

Il primo atto mostra gli eventi che portano Thor all’esilio. Il secondo racconta l’avventura del “naufrago spaziale” in cerca del suo martello, caduto dal cielo e incastonato in una roccia come la mitologica spada: Mjöllnir è inamovibile per chi non è degno di brandirlo. Il terzo vede Loki inviare a Midgard il Distruttore per sconfiggere Thor e i suoi amici guerrieri, corsi in suo soccorso grazie all’aiuto dell’onnivedente Heimdall, il guardiano del Bifrost: il ponte celestiale che collega tutti i mondi.

 

Thor è un cinecomic mitologico. Regni ancestrali si danno battaglia in epici scontri. Inefficaci e stucchevolmente comiche sono le sequenze ambientate sulla Terra, mentre l’atto finale è potente e simbolico. I costumi e le scenografie sono eccezionali e instillano il desiderio di vedere altri aspetti di Asgard. Attraverso una maestosa messa in scena, Kenneth Branagh dà il suo importante contributo all’Universo cinematografico Marvel; Chris Hemsworth è a suo agio nel ruolo del regale ragazzone tutto muscoli, mentre le riuscite interpretazioni di Anthony Hopkins e Tom Hiddlestone regalano più di un’emozione.


Articolo di Alessandro Pin

DESTINAZIONE COSMO si è rinnovato e trasferito a questa pagina:

 

https://medium.com/destinazione-cosmo

 

I nuovi articoli saranno pubblicati direttamente sul nuovo blog, mentre i contenuti già presenti saranno gradualmente trasferiti.