· 

X-Men (2000)

🌕 🌕 🌕 🌑


X-MEN | RECENSIONE di ALESSANDRO PIN | DESTINAZIONE COSMO

Recensione

Gli X-Men sono un gruppo di mutanti che si celano agli occhi della società, poiché in possesso di incredibili poteri; una minoranza che il governo vede con diffidenza e di cui ha timore. Ma il delicato status quo sta per cambiare.

 

Wolverine è in fuga da se stesso e alla continua ricerca di chi l’ha trasformato nell’adamantina bestia dagli artigli retrattili; la sua vita, tra violente nottate nei locali, cambia quando incrocia la strada di Rogue, una mutante in grado di “sottrarre” il potere di altri mutanti; tra i due si instaura un profondo legame che li aiuta ad affrontare i fantasmi del passato. Dopo uno scontro contro i lacchè del malvagio Magneto, Wolverine è condotto alla scuola di giovani (mutanti) dotati dove conosce Jean Grey, Ciclope, Tempesta e il Professor X. Nella speranza di trovare le risposte che cerca, unisce le forze con il gruppo per affrontare Magneto che vuole tutti gli esseri umani trasformati in mutanti: elogio all’insurrezione dei rinnegati contro l’intolleranza, con mezzi drastici e una considerazione distopica del “nuovo mondo”.

 

X-Men vanta un cast di tutto rispetto, tra cui spiccano i veterani Patrick Stewart e Ian McKellen e un perfetto Hugh Jackman. Un format nuovo che vede un gruppo di supereroi buoni affrontare un potente cattivo estremista, verso cui si prova empatia. Tanti i poteri scaturiti, quanti i mutanti che si affrontano; una mole di elementi gestita in modo efficace nella dinamica narrativa.

 

X-Men è un esperimento più che riuscito diretto da Bryan Singer (il giovane e geniale regista dietro I soliti sospetti) che genera un format fondamentale per le future pellicole di genere. Una bestia domata, questo rappresentano gli X-Men: reietti della società che riescono a convivere con i propri poteri, aiutandosi mutuamente, desiderosi di essere accettati dalla società. Il prototipo “socio-umanistico” dei cinecomic corali.

Alessandro Pin


Scheda

TITOLO ORIGINALE

X-Men

PRODUZIONE

Lauren Shuler Donner, Ralph Winter

REGIA

Bryan Singer

SCENEGGIATURA

David Hayter

STORIA

Tom DeSanto, Bryan Singer

CAST

Hugh Jackman, Patrick Stewart, Ian McKellen, Famke Janssen, James Marsden, Halle Berry, Anna Paquin, Tyler Mane, Ray Park, Rebecca Romijn-Stamos, Bruce Davison

COLONNA SONORA

Michael Kamen

FOTOGRAFIA

Newton Thomas Sigel

MONTAGGIO

Steven Rosenblum, Kevin Stitt, John Wright

SCENOGRAFIA

John Myhre, James Edward Ferrell

COSTUMI

Louise Mingenbach


Scrivi commento

Commenti: 0