Zona clonazione

zona clonazione robert silverberg
Zona clonazione
AUTORE

Robert Silverberg

TITOLO Zona clonazione
TITOLO ORIGINALE The Clone Zone
GENERE Narrativa (Racconto)
PRIMA EDIZIONE ORIGINALE 1991
 PRIMA EDIZIONE ITALIANA

2016

PRESENTE EDIZIONE

2016

TRADUZIONE DALL’INGLESE

Dafne Munro

IMMAGINE DI COPERTINA

Angela Graci

CASA EDITRICE ITALIANA

Urban Apnea Edizioni




Sinossi

In un futuro prossimo il Sud America è una potenza mondiale grazie al perfezionamento delle tecniche di clonazione umana. Cile, Bolivia e Perù sono unificate sotto l’unico nome di Terra-Alvarado dal regime dittatoriale del Leader Maximus, Alvarado. Il dottor Mondschein viene mandato in esilio come capro espiatorio in seguito alle contestazioni pubbliche contro la clonazione. Dopo 25 anni, viene inaspettatamente richiamato in patria. L’americano Robert Silverberg, maestro della letteratura di fantascienza colta e umanistica, è stato per 3 volte vincitore del premio Hugo, 4 del premio Nebula e fa parte della “Science Fiction and Fantasy HALL OF FAME”.


Recensione

di ALESSANDRO PIN

12 settembre 2016

“L’aeroporto era nuovissimo. Luminoso, abbagliante, come nelle più grandi capitali del mondo, e per un attimo Mondschein pensò che l’aereo fosse atterrato per errore a Rio oppure a Buenos Aires. Subito dopo però, notò degli indizi rivelatori, il grasso unto sui bordi delle poltrone, la polvere spugnosa dietro le facciate luccicanti, e capì che doveva essere nella Terra di Alvarado.”

Un eminente scienziato, esiliato da anni dalla sua patria per aver “osato” e “giocato” con la biologia, andando oltre l’etica e la morale, ritorna dietro un’altolocata richiesta d’aiuto per far fronte a una minaccia che punta dritto al cuore del Sovrano. Un manipolo di sovversivi militari coglie l’occasione per “assoldarlo” tra le proprie fila, gente che vuole cambiare l’ordine delle cose, ovvero un dispotico governo gestito da innumerevoli cloni del Sovrano, creati a suo tempo dallo stesso scienziato. Silverberg narra una storia intrigante, elegante, politica (e quindi attualissima) e psicologica; descrive infatti le sensazioni dell’esule che torna a casa e trova tutto cambiato da come se lo ricordava, dopo i tanti anni di esilio. Una società che camuffa, che normalizza e assimila al passato, e che non perde tempo nel voler portare dalla propria parte lo scienziato, richiamato ufficialmente dal Sovrano che lo cacciò per far fronte alla Paura di essere spodestato da uno dei suoi cloni. Il tema della vendetta permea il racconto, inizialmente incuriosendo il lettore per poi sorprenderlo sul ruolo che lo scienziato sceglierà di interpretare, quello del separatista o del collaborazionista.

Commento finale

Affascinante e dallo stile asciutto e conciso, con descrizioni minimali, ma essenziali che contestualizzano efficacemente lo scenario, Zona clonazione rispetta lo stile unico che solo Robert Silverberg conosce, attraverso brillanti e incalzanti dialoghi, che rendono la narrazione una gioia per il lettore, seppur di breve, ma intensa durata. Una storia che sarebbe piaciuta molto a Philip Dick.

Un ringraziamento speciale a EMANUELE DARIO DAFNE

Editore di Urban Apnea Edizioni


Commenti: 0